DOMENICA 15 DICEMBRE

Alle ore 16.00
in Rocca Palatina – Palazzo Pacchielli Bosoni
in Via Marconi n.123 a Gazoldo


QUADERNI DELL’ARCIMATTO

a cura di ALBERTO BRAMBILLA

e ADALBERTO SCEMMA

Il quinto numero dei Quaderni dell’Arcimatto esce in occasione del centenario della nascita di Brera, e continua l’esplorazione dell’intellettuale a tutto tondo (come qui conferma il contributo di Claudio Rinaldi), puntando sul periodo meno noto del giovane sottotenente, che muove i primi passi nell’ambito giornalistico, mentre si trova a dover operare delle scelte politiche non semplici. Un giovane a volte frastornato dalla rapidità degli eventi che riesce comunque a scrivere Giarabub (1944), ricostruzione in forma cronachistica, ma non priva di vena narrativa, di una delle pagine più eroiche della nostra storia militare. Non mancano nel volume altri contributi significativi, in forma di omaggio o di bilancio, che indagano soprattutto Brera dal versante giornalistico, offrendo prospettive inedite. Esemplare in questo senso è l’intervento di Mino Allione sul conte Alberto Rognoni, proprietario e animatore del «Guerino».
Notevoli sono anche i saggi che indagano i rapporti iniziali di Brera con Gianni Clerici, o quello – ancora più significativo in prospettiva culturale – con Ennio Flaiano.

Anteprima prestigiosa a Postumia di questa rivista, che esce in occasione del centenario della nascita di Gianni Brera. Alla presentazione dei curatori fanno seguito “Omaggi, ricordi, testimonianze” (parte prima), “Saggi e approfondimenti” (parte seconda), “Discussioni e provocazioni” (parte terza), “Testi inediti o rari” (parte quarta) e “Segnalazioni e notizie” (parte quinta) scritti dalle più belle firme del giornalismo sportivo italiano. Un evento davvero eccezionale, che dobbiamo alla grande amicizia con il “Brera di casa nostra”, lo straordinario e generoso Adalberto Scemma.

Adalberto Scemma

Marco MORELLI, direttore della Rivista “Mantova chiama Garda”, dialoga con Adalberto SCEMMA.



La Compagnia teatrale “I BEI PUTEI” di Acquanegra sul Chiese presenta:

Süche e melù

interventi in rima dialettale a carattere brillante, intercalati da alcune canzoni degli anni ’60 eseguite da Werther Gennari.

Il canovaccio e la regia sono di Bacco Grappoli

Questa voce è stata pubblicata in Appuntamenti di Postumia. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...